Isola Tiberina è un luogo da sempre misterioso, avvolto dalla leggenda, circondato dal fiume e legato indissolubilmente alle origini di Roma.
Le origini dell'Isola Tiberina vanno ricercate nelle numerose leggende che la circondano: potrebbe essere sorta su un'antica nave, della quale mantiene ancora la forma, ulteriormente accentuata dai Romani che, per alimentare la leggenda, vi costruirono una prua ed una poppa in pietra, dandole la forma di un'imbarcazione da guerra, con l'obelisco al centro dell'isola come fosse l'albero maestro!
Secondo un'altra leggenda, l'isola sarebbe sorta dal fango accumulatosi sulle messi di Tarquinio il Superbo, gettate in mare dal popolo con un senso di liberazione e di protesta, dopo aver cacciato l'odiato tiranno etrusco da Roma.
Lo storico Livio racconta che nel 229 a.C. i Romani si erano spinti fino in Grecia, ad Epidauro, dove sorgeva il più grande santuario di Esculapio, dio della medicina, per chiedere all'oracolo come porre fine ad una pestilenza che si era scagliata sulla città. I sacerdoti del dio avevano consegnato agli ambasciatori romani un serpente sacro che, mentre la nave giungeva nel porto Tiberino, si era tuffato in acqua ed aveva strisciato fino all'isola, nascondendosi nella fitta vegetazione.
Così l'Isola Tiberina venne consacrata al dio della medicina e da allora assunse la fama, alimentata anche dalla presenza di una fonte d'acqua salutare, che la contraddistingue ancora oggi: quella di luogo di guarigione e di ospedali; durante la peste del 1656 l'intera isola fu trasformata in lazzaretto.

Discover more inspiring photos like this one.

Download the FREE 500px app Open in app