Grazie, matria, per questi tuoi bruciati saliscendi, per questi aspri Celimonti a cui, calati al fondo d'un balzo ci levi alti, per questo nostro errare nel tuo grembo sbattuti tra materia e luce, tra natura e sogno
sbattuti continuamente eppure aguzzi...

Testo: Mario Luzi

Discover more inspiring photos like this one.

Download the FREE 500px app Open in app