New members only: Get access to member benefits starting at $19.99. Access classes, stats, and more!Upgrade now

Mario Fagone

Mi chiamo MARIO FAGONE, sono nato ad Hensies (Belgio), attualmente vivo ad Agira dove lavoro come insegnante. Fin da giovane ho usato la pittura e la fotografia come mezzi espressivi per esprimere le mie emozioni. La mia passione, verso la fotografia prima, e la pittura dopo, nasce nel 1970. Ho sempre considerato l'attività di pittore come un completamento, una esigenza della mia esistenza. Tale esigenza scaturisce da un sentimento profondo che nutro verso l'arte in genere. Nel corso della mia attività artistica, il mio stile pittorico ha avuto tendenzialmente vari momenti in cui spazi e forme mi hanno portato ad una estrema visione della complessa realtà umana.
Autodidatta, in parte, ho studiato le forme della natura e soprattutto le luci e le ombre con riflessioni di colori che portano i miei lavori-studi ad essere vere e proprie manifestazioni espressioniste e coloristiche. Dal 1975 al 1995 ho eseguito numerosi dipinti con i quali ho partecipato, molto spesso, ad eventi espositivi sia in Italia che all'estero. Ho studiato storia dell'arte ed ho apprezzato particolarmente le opere del "Caravaggio". L'incontro con il pittore Pulejo, mi ha fatto capire che avrei potuto andare al di là di quello che avevo fatto fino ad allora. Infatti ho intrapreso una strada artistica più impegnativa e difficile dal punto di vista tecnico, ma più interressante dal punto di vista della creatività.
Inizialmente con la pittura ho tentato di interpretare la realtà; successivamente sono stato influenzato dalla pittura di alcuni pittori del nord Europa, in linea della quale ho intrapreso una tecnica pittorica più decisa, pulita, sensuale, accattivante che si estende incisiva sull’interpretazione personale e pragmatica tra il figurativo classico-realista e il surrealismo. Dopo aver letto alcuni libri sul periodo fancese degli anni venti proprio di quel periodo in cui il poeta André Breton espone la sua originale riflessione, destinata a far nascere il movimento surrealista, vengo totalmente preso da questa tendenza sorta dai lasciti del Dadaismo. In breve tempo questo movimento sconvolgerà tutta la mia vena artistica, infatti nelle mie recenti opere l'inconscio emerge senza freni e l'arte è rappresentata come superamento della realtà colta con i sensi per rendere onore al sogno.

  • 122 Affection
  • 1,009 Photo Views
  • 9 Followers
  • 1 Following