Happy Lunar New Year: Save up to 65% on membership for a limited time! Upgrade now

Mauro Magagna

REALTA' ALTERATA E ALTERANTE REALTA'?

LA MIA RICERCA ARTISTICA È DA SEMPRE BASATA SULL'OSSERVAZIONE DI CIÒ CHE MI CIRCONDA.
Da sempre cercare di leggere i comportamenti e gli atteggiamenti delle persone e degli animali è stata una sfida continua.
L'arte per me è una continua trasformazione di ciò che vedo e sento in opere
Opere che cerco di creare sperando di suscitare in tutti quelli le osservano delle domande.
Ho attraversato molti mondi, per lavoro uso la mia creatività, imparo da tutti e come conseguenza vedo la realtà come un insieme di spettacoli stupendi rovinati dalla stupidità dell'uomo, vedo nella realtà corpi stupendi che si toccano ma che sono solo merce, vedo nella realtà il tentativo di possedere la materia a scapito dell'armonia ecco cosa vedo e cosa cerco di trasformare in opere.

Mauro Magagna
Fotografa da sempre, prima con gli occhi poi con la mente e quando suo zio gli presta una vecchia e mitica Canon ftb tenta di trasferire su pellicola tutta una accozzaglia di visioni che lo accompagnano da tempo.
La crescita esponenziale della passione per questo nuovo sistema d’espressione è logaritmica.
Non ci sono giorni che non pensi a come imparare e sperimentare tutte le tecniche apprese leggendo, guardando e studiando i grandi fotografi.
Le basi tecniche sembrerebbero precludere un percorso creativo ma la vita è strana, infatti dopo un diploma e anni di lavoro in settori complementari ma assolutamente poco creativi decide di mollare tutto per dedicarsi a tempo pieno alla fotografia, all’inizio tenta la strada dell’editoria e pubblica su Oasis, Gulliver e Airone oltre ad altre testate minori e locali. Collabora alla realizzazione di qualche libro fotografico, ma capisce da subito che questo mondo è particolarmente limitante dal punto di vista della creatività e dei ricavi economici. In questo periodo il parco regionale della Lessinia acquista le sue immagini per una mostra itinerante e per molti prodotti pubblicitari, si dedica, allora, alla fotografia pubblicitaria, che pratica con grande soddisfazione da più di 15 anni.
Molte aziende si sono affidate alla capacità di Mauro di trasformare idee in foto: Levante, San Pellegrino, Ferroli, Sarah Borghi, Don Perignon, Spumanti Ferrari, Gruppo Italiano Vini, Unparalleled South African Tours, Marcolini Marmi, Freemood, Paluani, Carrera e tanti altri.
Da 6 anni insegna fotografia digitale e fotoritocco ai corsi tenuti dal Centro Internazionale di Fotografia scavi scaligeri di Verona.
È stato maestro della fotografia per alcuni spot pubblicitari, tra cui Dalter, cartiere Cordenons, ceramiche Petracer’s, Rossetto supermercati e Paluani.
Da diversi anni segue come responsabile immagine e consulente di marketing alcune aziende.
La fotografia naturalistica resta in Mauro una grande passione che lo porta in molte parti del mondo: South Africa, Zambia, Borneo, Stati Uniti, Trinidad e Tobago, e quasi tutti gli stati europei ad esclusione solo della penisola scandinava.
Grazie al suo lavoro Mauro deve padroneggiare in modo professionale molte tecnologie che vanno dal tradizionale al digitale e deve continuamente studiare formule compositive nuove e creative dove declinare tutte le richieste che arrivano dai suoi clienti e come ama dire: non si smette mai di fare il fotografo, perché gli occhi trasformano in immagini/visioni ciò che ci circonda e il fotografo non può non sentire nascere da dentro la voglia irrefrenabile di trasformale in fotografie.
“Chi è maestro nell’arte di vivere distingue poco tra il suo lavoro e il tempo libero, tra la sua mente e il suo corpo, la sua educazione e la sua ricreazione, il suo amore e la sua religione. Con difficoltà sa cos’è cosa. Persegue semplicemente la sua visione dell’eccellenza in qualunque cosa egli faccia, lasciando agli altri decidere se stia lavorando o giocando. Lui, pensa sempre di fare entrambe le cose insieme.” Pensiero Zen.

Mauro Magagna