Paolo Brogelli

Paolo Brogelli

105

Affection

Views
Likes
Comments
23.1K
105
63
Mi chiamo Paolo, sono nato a Terni nel 1966 e vivo a Roma da oltre 30 anni! Mi sono avvicinato alla fotografia fin da piccolo con la Canon AE-1 di mio padre, con i meravigliosi accessori che lui aveva comprato a Singapore (winder, duplicatore, tubi di prolunga, 28mm e 135mm). Nel periodo di transizione al digitale ho utilizzato alcune point-and-shoot. Poi finalmente all’inizio del 2009 mi sono deciso a comprare la mia prima reflex digitale, una meravigliosa Nikon D90 con il 18-200mm. Questo acquisto mi ha permesso di rinfocolare la mia vecchia passione per la fotografia e di approfondirne l’aspetto più artistico. Dopo le prime foto close-up di fiori all’Argentario, la fotografia è diventata per me una ardente passione che mi accompagna e mi rinfranca quotidianamente! Questo è il posto in cui voglio condividere con voi questa mia passione per la fotografia Ogni commento è bene accetto! Stay tuned !!! Paolo
  • Canon EOS 5D Mark II
  • Canon EF 24-105mm f/4 L IS USM
  • Canon EF 100-400mm f/4.5-5.6 L IS USM
  • Canon EF 180mm f/3.5 L USM
  • Canon Speedlite 580EX II Flash
  • Canon Remote Switch RS-80N3
  • Manfrotto 055XPROB
  • Manfrotto 468MG RC2

Calice di luce

Published October 26th, 2012

Normalmente quando vado a fotografare i fiori cerco sempre di uscire prima dell’alba, per avere la luce migliore e le corolle leggermente in ombra! Però in vacanza è piacevole dormire e quindi, anche se le rose erano sotto casa, mi sono ritrovato ad un certo punto con il sole che illuminava direttamente i fiori . . .

Continuando a fotografare, mi sono però reso conto che il sole letteralmente inondava i fiori … era come se le corolle fossero dei calici straboccanti di luce ! ! ! Da questa rosa in particolare, ancora pudicamente raccolta in se stessa, sembrava quasi poter dissetare l’anima con quella luce morbida … quasi vellutata … ma al tempo stesso purissima e cristallina :-)

Insomma ancora una volta mi sono immerso tra i petali delle Rose di Pozzarello, perdendomi nel loro abbraccio tenero e voluttuoso . . . mi sa che sta diventano un vizio ;-)

Read More →

Bellezza in boccio

Published October 18th, 2012

I boccioli di rosa mi hanno sempre affascinato. Sono così fini, eleganti, quasi essenziali … hanno in se tutta la grazia di una rosa matura, ma la esprimono in modo più discreto. Circondano con i loro delicati petali gli stami ancora immaturi, quasi a volerli proteggere dal mondo esterno …

Per me non sono un soggetto facile … raramente riesco a catturarne l’essenza … eterei … turgidi … ancora in nuce, ma già consci del loro futuro splendore …

Questa volta spero di esserci riuscito!

A presto ;-)

Paolo

Read More →

Eterea bellezza

Published October 15th, 2012

A volte, quando mi trovo dietro al mio obiettivo macro a fotografare i fiori, mi perdo . . . mi sembra di entrare in una dimensione magica, impalpabile, eterea . . . come se d’un tratto il tempo perdesse di significato . . . e mi ritrovo a fluttuare, senza peso, tra lo sfocato dei petali . . . nello spazio interstellare . . . come se tutto intorno a me si fosse improvvisamente dissolto e la mia anima fosse rimasta sola, a contemplare l’eterea bellezza di quei petali . . .

Normalmente il risveglio è lento e piacevole . . . anche perché, a poca distanza, c’è già un’altro fiore che mi aspetta :)

Le Rose di Pozzarello torneranno a breve ! ! !

Stay tuned ;)

Paolo

Read More →

Bellezza discreta

Published October 15th, 2012

E pensare che all’inizio le rose neanche le prendevo in considerazione come soggetto fotografico: andavo a cercare i miei soggetti nella natura . . .

Ma tanti secoli di selezione da parte dell’uomo hanno reso le rose uno tra i fiori più affascinanti da cui prendere ispirazione ! ! !

In questa immagine ho cercato di comunicare come, la bellezza che emana questa rosa, sia un bellezza discreta, ma al contempo elegante e fiera . . . roba di altri tempi, insomma :)

A breve altre immagini delle rose di Pozzarello.

Stay tuned ;)

Paolo

Read More →

I Daini della Feniglia

Published October 12th, 2012

L’Argentario ha per me un che di magico! Mi tocca il cuore ed ogni volta mi rigenera!

Uno dei luoghi più suggestivi dell’Argentario è certamente la Feniglia. Nell’incantevole pineta selvaggia che ricopre lo stretto lembo di terra che va dalla terraferma al Monte Argentario, vive una piccola colonia di daini. Protetti ed accuditi dalle guardie forestali, se sono dell’umore giusto si fanno avvicinare dai bambini e mangiano dalle loro mani!

Un giorno ero andato a fare un giro in bici ed ho notato un daino che stava un po’ in disparte. Mi sono avvicinato con molta circospezione, appostandomi dietro di lui a breve distanza. Il daino era di spalle, ma ad un certo punto deve avere avvertito la mia presenza. Si è voltato incuriosito, guardandomi tranquillo da sopra la schiena. Uno sguardo intenso, sereno. Lo sguardo della natura, che benevolmente ci osserva attraverso le sue creature più miti. Che ci scruta chiedendosi, quasi distrattamente, cosa ci fanno degli intrusi nel suo regno.

Quell’ ...

Read More →