Nel 1978 gli enti pubblici veneziani (Comune, Provincia, Camera di Commercio, Ente per il Turismo, Azienda Autonoma di soggiorno) si unirono alla Fondazione Adriana Marcello (nata nel 1961) in un "Consorzio per i merletti di Burano", allo scopo di rilanciare e riqualificare l'arte del merletto. Nella sede dell'antica scuola venne quindi creato nel 1981 il Museo del merletto, presso il quale sono stati organizzati vari corsi di formazione professionale ed importanti mostre storiche.

Allo scioglimento del Consorzio (1995), la Fondazione Adriana Marcello ha concesso il museo in comodato al Comune di Venezia. Il palazzo e le collezioni sono state in seguito interessate da un lungo periodo di restauro, riorganizzazione e rivalorizzazione, conclusosi con la nuova inaugurazione del museo il 25 giugno 2011.

Presso il Museo del merletto di Burano sono esposti oltre duecento esemplari unici della collezione della scuola, eseguiti fra il XVI e il XX secolo. Il museo conserva inoltre l'archivio della scuola e altri documenti ed opere d'arte relative alla lavorazione del merletto a Venezia.

Fra gli esemplari esposti, si segnalano soprattutto:

* Un colletto del terzo quarto del XVII secolo, eseguito ad ago con punto tagliato a fogliame.
* Due ventagli del secolo XIX in madreperla e avorio, eseguiti ad ago con punto Burano.
* Un centrotavola della fine del secolo XIX, eseguito ad ago con punto rosa
* Una grande tovaglia della prima metà del XX secolo, eseguita ad ago e tela con punto Venezia e rilievo a punto cappa.

All'interno del Museo è possibile vedere all'opera delle merlettaie, acquistando direttamente dei merletti da esse prodotti, accompagnati da certificato di autenticità.

Discover more inspiring photos like this one.

Download the FREE 500px app Open in app